open menu

Fonti normative Broker grossista (Wholesale)

L’attività del broker grossista (“wholesale”) - non disciplinata dalla normativa sull’intermediazione, ma diffusa nella pratica in diversi Paesi europei - consiste nel piazzare nel mercato assicurativo i rischi assunti dal dettagliante (broker “retail”) che non riuscirebbe, da solo, a ottenere le medesime condizioni di particolare favore per gli assicurati.

Decreto Crescita 2.0: ricerca, assicurazioni, start-up innovative

Il decreto legge 179/2012, entrato in vigore il 20 ottobre 2012, ha:

  • rimosso il divieto di distribuzione orizzontale dei prodotti assicurativi che caratterizzava il mercato italiano
  • accresciuto il grado di libertà dei diversi operatori e il livello di concorrenza.

L’articolo 22, comma 10 consente infatti la stipula di accordi di collaborazione reciproca tra agenti, brokers, banche, intermediari finanziari ai fini dell’intermediazione dei prodotti assicurativi anche mediante l'utilizzo dei rispettivi mandati.

Unica condizione è che l’assicurato venga informato che l'attività di intermediazione è svolta in collaborazione tra più intermediari dei quali bisogna fornire l’identità, la sezione di appartenenza e il ruolo svolto nell'ambito della  collaborazione.

Gli intermediari assicurativi che svolgono attività di intermediazione in collaborazione tra di loro rispondono in solido per gli eventuali danni sofferti dal cliente, salvo il diritto di rivalsa nei loro rapporti interni.

(Tratto da articolo Il Sole 24 Ore 19 novembre 2012)

Chiarimenti attività di wholesale broker

In ordine alla collaborazione tra intermediari, è consentita la collaborazione tra il broker “retail” e il broker “wholesale”, laddove quest’ultimo mette a disposizione del mercato, e dunque anche degli altri broker, la propria esperienza e coperture per le quali, nel tempo, ha negoziato con le imprese di assicurazione condizioni economiche più favorevoli.

Nell’ambito di tale operatività, in particolare, ciascun intermediario eserciterà in proprio e in piena autonomia la sua attività:

  • il broker dettagliante, con la consulenza del grossista, ricercherà le coperture più adeguate alle esigenze del cliente a condizioni che non riuscirebbe altrimenti ad ottenere
  • il grossista, a sua volta, selezionerà prodotti o servizi da segnalare al dettagliante, fornendogli, con riguardo agli stessi, adeguata consulenza ed assistenza tecnica.

Infine, nell’allegato 7B il broker “retail” renderà adeguata informativa al cliente in ordine alla circostanza che si rivolgerà al broker “wholesale”, in modo da assicurare, anche nell’ambito di tale collaborazione, il massimo rispetto dei principi posti dalla disciplina sull’intermediazione assicurativa in materia di informativa precontrattuale.

(IVASS - FAQ intermediazione 2013)